Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
01 Aug

Presentazione del progetto

Pubblicato da spazioallospazio  - Tags:  #Documenti

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca


ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “E. FERMI”- “A. OGGIONI”
Via Villa, 5 – 20058 VILLASANTA (MB)
Tel. 039/23754320 – Fax 039/23754326 – C.F. 94581360156

PROGETTO SPAZIO ALLO SPAZIO

“Sviluppare e sostenere l’esplorazione umana dello spazio attraverso l’unità nella diversità”

 

PREMESSA

Il progetto educativo-didattico “Spazio allo Spazio” nasce dall’esperienza legata al precedente progetto pilota attuato nell’anno scolastico 2010/2011 nella scuola secondaria di primo grado “E. Fermi” di Villasanta. Il Consiglio di Classe della 2°A intende proporre un percorso formativo ricco di esperienze scientifiche e tecnologiche che, in ultima istanza,

consentiranno di sperimentare che cosa significhi essere astronauti. Tale opportunità, oltre a promuovere una forte valorizzazione della personalità, consente di sviluppare argomentazioni affini a tematiche correlate all’handicap, all’integrazione sociale e al percorso di orientamento scolastico. Il progetto “Spazio allo Spazio” si struttura in un percorso di attività interdisciplinari ed integrative di diversa natura che, coinvolgendo differenti enti pubblici e privati, preparino gli

alunni alla visita di un centro spaziale europeo.

 

INTRODUZIONE

Il presente progetto educativo, che sarà realizzato nei prossimi due anni scolastici, riguarda la classe 2°A (a.s. 2011/2012) formata da 25 studenti. Il progetto, attraverso diverse esperienze che simulano il percorso teorico-pratico di preparazione dell’astronauta, vuole creare un’occasione in più di orientamento formativo ed educativo per gli alunni coinvolti. In particolare i contenuti di tutte le discipline, adattati alla specificità degli argomenti inerenti la vita sulla Terra e la vita nello spazio, saranno utilizzati per creare momenti di aggregazione, di integrazione e di sviluppo dei punti di forza, poiché gli alunni saranno chiamati ad affrontare prove di realtà, assumersi responsabilità, esporsi personalmente, confrontarsi con i propri limiti, anche fisici, e misurare le proprie potenzialità contribuendo allo sviluppo di competenze e di capacità, applicabili nel futuro in qualsiasi ambito. Inoltre, l’incontro con diverse figure professionali legate al progetto arricchirà il percorso di orientamento nella scelta della scuola superiore che gli alunni saranno chiamati ad intraprendere già in seconda. Dalla riflessione su aspirazioni future, interessi, punti di forza e di debolezza personali, il percorso proseguirà poi nel terzo anno con informazioni più specifiche sui diversi indirizzi di scuola superiore e si concluderà con la formulazione da parte dei docenti del loro consiglio orientativo.

 

1 - FINALITÁ

§ Valorizzare la disabilità.

§ Migliorare la socializzazione e l’integrazione tra alunni di diverse culture.

§ Sviluppare il senso di cooperazione.

§ Migliorare la conoscenza di sé.

§ Migliorare la propria autostima.

§ Sviluppare la multidisciplinarità affrontando “aspetti scientifici, tecnologici, culturali ed emotivi”.

§ Sviluppare la conoscenza di nuove modalità di comunicazione.

§ Valorizzare la “costruzione di una società europea basata sulla conoscenza”.

§ Migliorare il senso di una collaborazione finalizzata alla condivisione “con l’umanità intera

dei vantaggi che lo spazio può offrire”.

§ Valorizzare l’ambiente scolastico.

§ Sviluppare le seguenti capacità:

- adattamento a situazioni diverse;

- gestione delle difficoltà;

- esercitazione dell’autocontrollo;

- sperimentazione dell’impedimento fisico per comprendere le disabilità.

Le suddette finalità specifiche rientrano dunque in quella più generale di promozione del pieno sviluppo della persona che il primo ciclo di istruzione si pone:

- accompagnando gli alunni nell’elaborazione del senso della propria esperienza: fornendo dunque occasioni per capire se stessi e la realtà, favorendo la presa di coscienza delle proprie potenzialità e risorse, promuovendone il senso di responsabilità;

- promuovendo lo sviluppo delle competenze per l’esercizio della cittadinanza attiva nell’ambito di tutte le attività di apprendimento (sviluppo del senso di legalità, responsabilità, cooperazione, solidarietà);

- promuovendo l’alfabetizzazione di base attraverso una più approfondita padronanza delle discipline e dunque di competenze via via più ampie e trasversali per l’elaborazione di un sapere integrato.

 

2 - OBIETTIVI  

o Coinvolgere gli alunni in un’esperienza nuova e appassionante con l’intento di stimolarli alla conoscenza e allo sviluppo di un sapere critico del mondo scientifico e della cultura scientifica.

o Integrare ed approfondire le conoscenze degli alunni con particolare riferimento allo studio degli elementi della vita sulla Terra e nello Spazio.

o Potenziare un apprendimento plurilingue, attraverso l'utilizzo dell'inglese e del francese come lingue veicolari per attività interdisciplinari (attività di CLIL - Content and Language Integrated Learning)

o Far sperimentare alcuni aspetti di fisiologia umana, attraverso semplici esperienze pratiche, per comprendere le condizioni di vita quotidiana dell’astronauta nello Spazio.

o Orientare gli alunni nella scelta della scuola superiore.

 

3 - OBIETTIVI GENERALI CONDIVISI

Rientrano in tale progetto gli obiettivi educativi trasversali condivisi dai docenti:

 

rispetto al comportamento sociale:

 

§ riconoscere il valore delle regole di convivenza e rispettarle;

§ rispettare le persone, gli ambienti, le cose;

§ rapportarsi in maniera corretta e positiva con compagni ed insegnanti;

§ rispettare la propria e l’altrui diversità;

§ sviluppare il senso di solidarietà e di collaborazione;

§ migliorare la conoscenza di sé, anche al fine di una scelta consapevole della scuola secondaria superiore;

§ consolidare un comportamento responsabile ed autonomo.

 

Relativamente al comportamento di lavoro:

 

§ acquisire un metodo di lavoro efficace ed autonomo;

§ rispettare le consegne nei tempi e nelle modalità stabilite;

§ sapersi organizzare;

§ partecipare alle attività didattiche con contributi pertinenti e costruttivi ed intervenendo in maniera appro-priata.

 

Relativamente all’ambito cognitivo:

 

§ potenziare le capacità di ascolto, attenzione, comprensione, memorizzazione, riflessione;

§ migliorare la competenza comunicativa, adeguando il linguaggio al destinatario e alla situazione;

§ comprendere ed usare i linguaggi specifici delle discipline;

§ rafforzare le capacità di lettura, esposizione e rielaborazione;

§ saper riconoscere, interpretare e utilizzare linguaggi non verbali, visivi e plastici;

§ affinare la capacità di selezione e di organizzazione logica dei contenuti;

§ sviluppare le capacità operative e motorie;

§ sviluppare la capacità di osservazione critica e di analisi della realtà, riconoscendo analogie/differenze e relazioni di causa/effetto;

§ saper operare gli opportuni collegamenti interdisciplinari;

§ saper esprimere opinioni motivate.

 

4 - OBIETTIVI SPECIFICI

 

Promuovere le competenze dinamiche e la motivazione all’apprendimento nello studente.

Potenziare l’apprendimento metodologico.

Potenziare l’apprendimento concettuale.

Promuovere l’espressione e la comunicazione con i diversi linguaggi, anche espressivi.

Promuovere l’uso del metodo scientifico.

 

5 - DESCRIZIONE ANALITICA DELLE FASI DEL PROGETTO

 

Si propongono le seguenti modalità operative di realizzazione per l’anno scolastico 2011/2012:

• Novembre 2011

Presentazione ai genitori e a tutta la cittadinanza del Progetto educativo “Spazio allo Spazio” e delle sue finalità.

• Ottobre 2011 - Aprile 2012

Realizzazione delle attività:

- attività di orientamento nella scelta della scuola secondaria di secondo grado;

- esperimenti scientifici;

- lezioni frontali a tema;

- interventi degli esperti a scuola;

- video conferenza con Planetario INFINITO;

- mostra/percorso “Dialogo nel Buio” presso l’Istituto dei Ciechi di Milano;

- proposte di attività tiflologiche;

- nozioni base di Braille;

- nozioni sull’ipovisione;

- nozioni base di LIS (Lingua Italiana Segni);

- attività motorie adattate e sportive CIP (basket in carrozzina..) e CAI;

- preparazione fisica per “diventare astronauta”.

•Uscite didattiche:

- piscina per esperienza di attività in acqua e di subacquea;

- mostra “Dialogo nel Buio” di Milano;

- Planetario "Infini-TO" di Torino

 

Si propongono le seguenti modalità operative di realizzazione per l’anno scolastico 2012/2013:

• Novembre 2012

Presentazione ai genitori delle attività e delle finalità del Progetto educativo “Spazio allo  Spazio” del corrente anno scolastico.

• Ottobre 2012 - Aprile 2013

Realizzazione delle attività:

- attività di orientamento nella scelta della scuola secondaria di secondo grado;

- laboratorio didattico manipolativo e plastico (ceramica raku);

- esperimenti scientifici;

- lezioni frontali a tema;

- interventi degli esperti a scuola;

- contatto radio/telebridge con l’astronauta presso l’ISS (Stazione Spaziale Internazionale);

- nozioni di primo soccorso;

- laboratori con attività di mobilità e orientamento;

- attività motorie adattate e sportive CIP e CAI;

- preparazione fisica per “diventare astronauta”.

• Uscite didattiche:

- Planetario di Milano;

- visita d’istruzione ad un Centro spaziale europeo (EAC Colonia).

 

6 - DISCIPLINE COINVOLTE

Tutte le discipline contribuiranno a sviluppare e ad approfondire le tematiche generali previste dal progetto, ognuna con il proprio specifico apporto.

 

7 - DESTINATARI

Alunni della classe 2ªA.

 

8 - RISORSE UMANE E STRUMENTALI

Le risorse umane sono rappresentate dai docenti dei Consigli di Classe della 2ªA, specialisti degli enti esterni pubblici e privati coinvolti, personale ATA e genitori.

Quanto alle risorse strumentali, esse consistono in:

- libri di testo e non (giornali, riviste specializzate, libri, enciclopedie, vocabolari, documenti vari, internet), quaderni, cartelloni, fotocopie, materiali predisposti dai docenti e dagli esperti coinvolti;

- strumentazioni fornite dagli enti pubblici e privati coinvolti;

- palestra scolastica, palestra arrampicata sportiva, cortile della scuola, piscina;

- sussidi audiovisivi (registratori, CD, videocassette e DVD, diapositive, Tv, videoproiettore, PC, LIM).

 

9 - ENTI ED ESPERTI COINVOLTI

Il progetto vede la partecipazione di figure istituzionali quali:

• ESA - Agenzia Spaziale Europea, ente referente per le attività e materiale didattico utili per la realizzazione del progetto;

• Ufficio Scolastico Provinciale di Monza e Brianza - prof. Cosimo Scaglione (coordinatore di Educazione Fisica), referente per l’attuazione del progetto;

• Infini.to Planetario di Torino - Museo dell'astronomia e dello Spazio a Pino Torinese (TO), ente referente per le attività e materiale didattico utili per la realizzazione del progetto;

• Planetario di Milano “Ulrico Hoepli”, ente referente per le attività e materiale didattico utili per la realizzazione del  progetto;

• CNES Toulouse - Centro Spaziale Francese, ente referente per le attività e materiale didattico utili per la realizzazione del progetto;

• Cité de l’Espace Toulouse - Parco a tema sullo spazio, astronomia e astronautica, referente sig. Christophe Chaffardon;. . Ambasciata di Francia, nella persona della dott.ssa Sophie Stallini

. Centre Culturel Français de Milan

• Prof. Giovanni Fabrizio Bignami professore associato Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica (IASF Milano), patrocinatore del progetto per la divulgazione scientifica;

• Prof. Stefano Sandrelli responsabile della didattica e divulgazione dell’INAF- Osservatorio Astronomico di Brera, sede di Milano, esperto coinvolto per approfondire tematiche scientifiche;

• Comitato Italiano Paralimpico - Milano, patrocinatore per le attività motorie adattate con la collaborazione del Gruppo sportivo non vedenti di Milano;

• Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti ONLUS (UICI) Consiglio Regionale della Lombardia e Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione ONLUS (I.Ri.Fo.R.), patrocinatori delle lezioni base di scrittura Braille e esercitazioni di mobilità e orientamento;

• Associazione Nazionale Subvedenti ONLUS (ANS), patrocinatore attività correlate all’ipovisione;

• Ente Nazionale Sordi - Milano, patrocinatore attività correlate alla Lingua Italiana Segni;

• Osservatorio Astronomico di Brera sede di Merate, patrocinatore per l’osservazione del cielo in notturna;

• Prof. Antonio Giorgilli ordinario di Fisica Matematica, Università degli Studi di Milano socio corrispondente dell’Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere, esperto coinvolto per approfondire tematiche relative al moto planetario e ai voli spaziali;

• Gruppo Astrofili Villasanta ONLUS (GAV), esperti coinvolti per la divulgazione correlata all’astronomia;

• Gruppo Astrofili Brianza - Osservatorio di Sormano (Como), esperti coinvolti per la divulgazione correlate all’astrometria e all’osservazione dei corpi minori del Sistema Solare;

• Italian Space and Astronautics Association, esperti coinvolti per la divulgazione correlata all’astronautica;

• ARI Associazione Radioamatori Italiani di Erba,

• Gruppo volontario AMSAT Italia - ARISS, referente per un contatto via Telebridge con l’astronauta Paolo Nespoli durante la permanenza presso l’ISS (Stazione Spaziale Internazionale);

• Club Alpino Italiano (CAI) sezione di Villasanta, patrocinatore per le attività motorie correlate all’arrampicata sportiva;

• Professional Association of Diving per l’addestramento alla subacquea;

• Associazione Entropos di Usmate Velate, esperti coinvolti per: realizzazione del “laboratorio didattico manipolativo e plastico”; organizzazione di una mostra sul tema dell’astronomia con opere di artisti storici e contemporanei in spazi pubblici; visita guidata alla mostra ospitante una selezione degli elaborati realizzati dai ragazzi;

• Moebius Radio 24h - Rivista on-line di scienza, patrocinatore per l’invio di materiale didattico utile per la realizzazione del progetto;

• Società Editrice Il Mulino, patrocinatore per l’invio di materiale didattico utile per la realizzazione del progetto.

 

9 - VERIFICA

L’analisi dei risultati del progetto utilizzerà, quali soggetti della rilevazione, i Consigli di classe, il Collegio docenti, il Consiglio d’Istituto, gli alunni e i genitori.

 

10 - PREVENTIVO DI SPESA

Per la realizzazione del progetto educativo e le attività ad esso correlate, si prevedono risorse finanziarie a seguito di supporti esterni o dello stesso Istituto.

 

Gruppo di lavoro progetto educativo

Spazio allo Spazio

ICS “E. Fermi - A. Oggioni” – Villasanta

Commenta il post

La Scienza Che Passione 03/10/2014 15:05

Buonasera a tutti. Io sono un appassionato di astronomia ma anche un "informatico"...
Volevo dirvi che ho visto il vostro blog e a me sembra che sia molto strutturato e informativo. Arrivederci la scienza che passione.

spazioallospazio 03/15/2014 22:23

Grazie mille :-)

Sul blog